Un budget aperto per “fare meglio”

Un budget aperto per “fare meglio”

La scelta di un crowdfunding per Mirror Mirror è qualcosa in cui crediamo molto, perché ci permette di fare sempre di meglio e di farlo insieme a voi.

Quella del crowdfunding è una scelta molto importante per noi del Covo della Ladra. Abbiamo imparato, nell’anno appena trascorso insieme a voi, a credere nella condivisione e nella partecipazione e a riporre la nostra fiducia nei nostri lettori.

Così, quando ci siamo ritrovati davanti alla necessità di dover capire come gestire e recuperare il budget che avrebbe reso possibile Mirror Mirror, oltre alle possibilità offerteci da sponsor e associazioni interessate all’evento, quella del crowdfunding ci è subito sembrata la via più adatta. Ovvero la via che ci avrebbe permesso di condividere con voi un progetto nato dal vostro interesse, e la via che avrebbe permesso di creare un evento che non fosse solo presentazione letteraria.

Oggi, vogliamo fare il punto della situazione proprio sul budget e su come verranno spesi non solo i vostri contributi. Andiamo con ordine:

  1. Mirror Mirror sarà un evento del tutto gratuito – nella buona tradizione di Book City Milano – e non sarà previsto nessun “biglietto” o contributo d’accesso agli eventi organizzati durante a tre giorni di manifestazione. Nè sarà obbligatorio comprare i libri presentati in Libreria.
  2. Mirror Mirror conta circa venti invitati, tra autori, editori, esperti e studiosi. Per ciascuno di loro è previsto il rimborso spese per il viaggio e la loro permanenza a Milano sarà a carico interamente dell’organizzazione.
  3. Mirror Mirror ha bisogno di tanta manodopera che ci aiuti a gestire gli invitati, nazionali e internazionali, gli eventi e le diverse location in cui avrà luogo la manifestazione. Questa manodopera sarà regolarmente retribuita e inquadrata secondo contratto nazionale di lavoro (o simili, ma sono sicura che il nostro consulente sarebbe più bravo a dare un definizione!).
  4. Mirror Mirror non sarà a scopo di lucro, ovvero tutti i fondi raccolti per la sua realizzazione saranno investiti direttamente nella sua organizzazione e nel suo svolgimento. Sulla trasparenza di questa operazione, possiamo garantire comunicandovi, step by step, tutti i costi previsti e messi a budget, e quindi spesi, per le attività di organizzazione e gestione e invitandovi direttamente in Libreria, da settembre, ad assistere alle attività di gestione.

Il budget stimato per rendere possibile Mirror Mirror è di 10.000€. Di questi, 3.000€ sono dati come contributo dal progetto Via Padova la Strada che unisce, portato avanti dai Medici Volontari Italiani, con i quali la libreria, negli scorsi mesi, ha avuto modo di condividere intenti e visioni sul nostro territorio. 2.000€, invece, sono stati raccolti da altri finanziatori con i quali siamo ancora in trattativa.

In questi mesi, stiamo lavorando per sensibilizzare anche alcune realtà commerciali del territorio che, con probabilità, entreranno  a far parte degli sponsor ufficiali di Mirror Mirror. Ciò che resta – e qualcosina in più – lo abbiamo fatto confluire in questa campagna di crowdfunding: se dovessimo raccogliere la somma totale di 8.000€, impostata su produzionidalbasso.it, avremo modo di coinvolgere più realtà e rendere il programma di questi tre giorni più corposo e ricco. Se non dovessimo raggiungere la quota impostata, il programma si ridimensionerà un po’, ma non metterà in dubbio, in alcun modo, lo svolgimento di Mirror Mirror.

Anche in questo caso, la strada tentata è un strada sperimentale. Ma si sa, che a quelli del Covo gli esperimenti sono sempre piaciuti moltissimo!

Sostieni il progetto seguendo questo link >> 

http://sostieni.link/19152 

oppure condividi questo articolo o il link con i tuoi contatti e fai girare la voce!

Hai tempo sino al 30 settembre per disegnare insieme a noi una nuova mappa del futuro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *